Creazione di profili di stimolo real-time in NI VeriStand

Panoramica

NI VeriStand è uno strumento avanzato per la creazione di profili di stimolo per lo sviluppo di sequenze di test real-time. Oltre ai profili basati su step, è possibile creare profili di stimolo real-time complessi che includono funzioni decisionali, subsequenze e una vasta gamma di costrutti di programmazione. La combinazione di questi elementi offre un ambiente flessibile per lo sviluppo di applicazioni di test real-time. Questo documento illustra l'ambiente di NI VeriStand Stimulus Profile Editor e le funzioni più utilizzate per la creazione di profili di stimolo real-time.

Introduzione a NI VeriStand Stimulus Profile Editor

NI VeriStand Stimulus Profile Editor è un eseguibile da aprire e configurare all'esterno di NI VeriStand, in questo modo è possibile creare profili di test in parallelo con le definizioni di sistema e le interfacce utente in NI VeriStand. NI VeriStand Stimulus Profile Editor è formato da due componenti: sequenze real-time e profili di stimolo. La separazione di questi componenti permette la riusabilità delle sequenze di test e offre stretta integrazione con le definizioni di sistema NI VeriStand per i test individuali.

Sequenze Real-Time

Uno dei componenti principali dei profili di stimolo real-time è la sequenza real-time. Le sequenze di test sono rilasciate su NI VeriStand Real-Time Engine e possono includere una vasta gamma di costrutti di programmazione. Le funzioni includono While Loops, For Loops, variabili e statement condizionali. Inoltre, è possibile creare subsequenze e impostare multitasking all'interno della sequenza di test.

Primitives.PNG

Figura 1. Costrutti di programmazione di NI VeriStand Stimulus Profile Editor

Oltre ai costrutti di programmazione come ad esempio looping e condizionali, le sequenze real-time sono in grado di generare forme d'onda comunemente utilizzate come ad esempio onde sinusoidali e a dente di sega. Inoltre, è possibile creare forme d'onda e segnali più complessi utilizzando funzioni ed espressioni matematiche.

Figura 2. Sequenze disponibili ed espressioni matematiche

Una sequenza di test real-time si divide in tre sezioni: Setup, Main, e Cleanup. Setup è utilizzata per stabilire le condizioni iniziali all'interno di una sequenza. Solitamente include variabili per l'impostazione a determinati stati iniziali oppure per misure di sistema preliminari. Nella sezione Main si genera la maggior parte dello stimolo e si conducono test specifici. Dopo aver eseguito i test, si esegue Cleanup per riportare il sistema di test ad uno stato conosciuto per i test futuri.

Figura 3. Esempio di sequenza real-time

 

Profili di stimolo

Il secondo componente è il profilo di stimolo. Il profilo di stimolo funziona come un'esecuzione di test in grado di chiamare sequenze di test real-time, aprire e chiudere progetti NI VeriStand e realizzare data-logging e analisi pass/fail. Inoltre, permette di connettere sequenze di test a definizioni di sistema per collegare i dati del canale all'interno della definizione di sistema a variabili nella sequenza di test real-time.

Come nelle le sequenze di test real-time, i profili di stimolo includono le sezioni Setup, Main e Cleanup. Nel caso dei profili di stimolo, le sezioni Setup e Cleanup sono utilizzate per realizzare task come ad esempio data logging e aprire e chiudere progetti NI VeriStand. Questo permette l'automazione di test e facilita la transizione da un tipo di test ad un altro senza dover interagire manualmente nel workspace di NI VeriStand.

La sezione Main del profilo di stimolo è spesso utilizzata per chiamare le sequenze di test real-time, e per chiamare sequenze di test multiple, in modo da eseguire test multipli senza dover passare manualmente da sequenza a sequenza. La separazione delle sequenze real-time dai profili di stimolo permette di creare librerie di sequenze che possono essere utilizzate su diversi profili e e condivise tra diverse stazioni di test. In Figura 4 è illustrato un esempio di profilo di stimolo che include data logging e chiamate a una serie di sequenze di test real-time.

Figura 4. Esempio di profilo di stimolo

Una volta creato un profilo, è possibile distribuirlo su un target real-time basato sulla definizione di sistema prescelta. Questo profilo è quindi eseguito sul target real-time, e lo stato corrente del profilo è visualizzato sulla finestra del profilo sul computer host con Windows. I log vengono poi memorizzati nel percorso del file selezionato.

Risorse aggiuntive

Tutorial video su NI VeriStand

Aree applicative NI VeriStand

Scopri come creare profili di stimolo real-time con il corso di formazione NI VeriStand