Programma di recupero e riciclo dei prodotti

NI soddisfa i requisiti di ritiro dei prodotti venduti in ogni parte del mondo, quali le direttive regionali sui rifiuti di apparecchiature elettriche ed elettroniche e il riciclo delle batterie. NI si mantiene costantemente aggiornata in questo settore legislativo in rapida evoluzione attraverso un attento monitoraggio della legislazione locale e aderisce alle normative pertinenti attraverso questo programma globale di recupero.

Maggiori informazioni sulla raccolta e il riciclo per Paese.

Programma di recupero globale

Attraverso il programma di recupero globale, NI copre tutti i costi di ritiro dei propri prodotti hardware, garantendo che siano correttamente riciclati. Questo servizio contribuisce a ridurre lo smaltimento in discarica e fornisce una soluzione di fine vita sicura per l'ambiente. I prodotti hardware possono essere inviati a NI per il riciclaggio.

Maggiori informazioni sulla raccolta e il riciclo per Paese.

Direttiva RAEE

Nel 2012, il Parlamento europeo e il Consiglio hanno adottato la direttiva 2012/19/UE sui rifiuti di apparecchiature elettriche ed elettroniche (RAEE) per incoraggiare il riutilizzo, il riciclo e il recupero di tali rifiuti. La direttiva mira anche a migliorare le prestazioni ambientali di tutti gli operatori coinvolti nel ciclo di vita delle apparecchiature elettriche ed elettroniche, in particolare quelli che si occupano dei rifiuti provenienti da tali apparecchiature.

Gli Stati membri hanno dovuto adottare la legislazione entro il 14 febbraio 2014. Le normative si applicano a tutte le apparecchiature elettriche ed elettroniche immesse sul mercato dell'Unione Europea dopo il 2005. I prodotti RAEE possono rientrare in una delle 10 categorie previste dalla direttiva; i prodotti NI rientrano nella categoria 9, strumenti di monitoraggio e controllo. NI collabora attivamente con le proprie succursali e filiali in Europa per ottemperare pienamente a tali normative nel rispetto della legislazione locale.

Maggiori informazioni sulla raccolta e il riciclo per Paese.

Direttiva UE sulle batterie

Il Parlamento europeo e il Consiglio hanno adottato la direttiva 2006/66/CE relativa a batterie e accumulatori e ai rifiuti di batterie e accumulatori, al fine di ridurre l'impatto sull'ambiente e aumentare il tasso di riciclo.

Agli Stati membri è stato richiesto di adottare una legislazione nazionale entro il 26 settembre 2008. NI collabora attivamente con succursali e filiali NI in Europa per ottemperare pienamente a tali normative man mano che la legislazione locale viene approvata. La direttiva comporta, tra l'altro, obblighi in materia di etichettatura, registrazione, riciclaggio e restrizione delle batterie contenenti piombo, cadmio e mercurio.

L'etichetta delle batterie contiene il simbolo del bidone della spazzatura barrato, la capacità della batteria e il simbolo chimico di piombo, cadmio o mercurio, se contenuti in quantità superiori ai limiti di legge. Il simbolo indica che le batterie usate nel prodotto devono essere smaltite separatamente dai rifiuti urbani. Nei prodotti NI, il tipo di batteria predominante è quello a bottone, che fornisce alimentazione continua per garantire una memoria costante. Queste batterie sono incluse o integrate nelle apparecchiature e destinate a durare per l'intera vita del prodotto, per poi essere separate dalle apparecchiature nella fase di trattamento, come richiesto dalla direttiva RAEE.

Alcuni prodotti NI sono alimentati da batterie rimovibili agli acidi di piombo/alcaline, in grado di garantire anch'esse un'alimentazione continua. Per l'amovibilità delle batterie, consulta il manuale dell'utente relativo al prodotto.

NI si impegna a garantire procedure di raccolta e riciclo adeguate aderendo a schemi di raccolta e riciclo. La società chiede ai clienti residenti nell'Unione Europea di utilizzare i sistemi di raccolta e riciclo e smaltire correttamente tutte le batterie.

Un corretto smaltimento delle batterie riduce l'impatto ambientale e i rischi per la salute delle persone. Per ulteriori informazioni sugli effetti potenzialmente dannosi sulla salute delle persone e l'ambiente delle sostanze utilizzate nelle batterie, consulta la US Environmental Protection Agency (Agenzia statunitense per la protezione dell'ambiente) o il National Institute for Occupational Safety and Health (Istituto nazionale statunitense per la sicurezza e la salute sul lavoro).

Maggiori informazioni sulla raccolta e il riciclo per Paese.

India E-Waste Management and Handling Rules (normativa indiana in materia di gestione dei rifiuti elettronici)

Nel 2011, il Ministero dell'Ambiente e dei Beni Forestali dell'India ha emanato alcune norme sulla gestione dei rifiuti elettronici per incoraggiarne il riutilizzo, il riciclo e il recupero. Tali norme mirano anche a migliorare le prestazioni ambientali di tutti gli operatori coinvolti nel ciclo di vita delle apparecchiature elettriche ed elettroniche, in particolare quelli che si occupano dei rifiuti provenienti da tali apparecchiature.

Maggiori informazioni sulla raccolta e il riciclo per Paese.